Scoprire fiumi e torrenti

Vedo che dopo anni che lo asserisco in molti cominciano ad essere d’accordo che bisogna bloccare l’inrruenza dei fiumi a monte, purtroppo da semplice cittadino non posso fare null’altro che parlarne, ma nel mio progetto ora sono arrivato a pensare che ci sia urgenza di lavorare nella demolizione di costruzioni che ostruiscono e incanalano fiumi e torrenti, in origine le foci e i letti di molti fiumi e torrenti erano più larghe di svariati metri, questo è il lavoro da fare, non pulire coi decespugliatori, bisogna dedicare la nostra super tecnologia, ad esempio facendo delle barriere(piccole dighe antitrascinamento) sorvegliate che blocchino e tolgano i materiali voluminosi, pietre e legname solitamente in oltre queste barriere farebbero da mulini utilizzabili in svariati metodi, inoltre lungo fiumi e torrenti, vi sono luoghi che si prestano in maniera semplice, dove con le dovute accortezze si possono fare laghi come scolmatori senza quelle spese enormi che ogni volta che si decide di fare un lavoro comune si decantano, se riuscissimo a iniziare un progetto positivo e in armonia con le condizioni, ciò porterebbe un gran beneficio alle nostre società, non credo che le mie semplici parole possano cambiare lo sviluppo delle nostre idiozie, però tentar non nuoce a presto vostro Roby

G.r.g._web

Un saluto a tutti coloro che incapperanno in questo sito, io sono Roby sono un’autodidatta, cercherò di creare questo sito in rapporto alle esigenze che si presenteranno lungo il percorso che si svilupperà spontaneamente, anche se la parola spontaneamente, segue una lunga serie di condizionamenti oggigiorno, siamo in un epoca di lamentele, e caos politico al punto che si potrebbe sviluppare una terza guerra mondiale, come tanti in certe situazioni siamo innocentemente messi in mezzo a queste guerre, commerciali, di religione, di territori, di follia, le sole parole che ho trovato per esprimere la attuale situazione sono:

  1. Chi mangia male = caga male, pensa male, vive male, lavora male, dorme male, …
  2. Chi  pensa male = mangia male, lavora male, produce male, vive male, …
  3. Chi agisce male = lavora male, mangia male, pensa male, cammina male, …

Questo intreccio infinito di condizioni alle quali tutti siamo legati in quanto abitanti del pianeta terra, non sarà possibile fuggirle o nasconderle, si ripresenterànno infinitamente, la vita è fatta di spontaneità, di azioni e reazioni e la natura nella sua etica (che non è certo quella dell’uomo come si presenta ora, il quale è capace di fare diventare ciò che è bianco, verde o di qualunque altro colore), credo che spesso e volentiri ci dimentichiamo che la terra, l’universo intiero non è di nostra proprietà, e benché  la natura ci lasci campo libero, ci sono condizioni che tutti assieme sviluppiamo, che diventano o diventeranno nefaste, siamo ancora in ballo con condizioni create dai nostri antenati, mentre stiamo creando condizioni per i nostri pronipoti, personalmente visualizzo mal usate dalla massa e dalle grandi aziende, un’infinità di cose: dalla tecnologia, all’alimentazione, dalla religione, al modo di vita, non vorrei essere patetico e troppo critico anche se la nostra società ci porta ad esserlo, ma non potrò impedirmi di esprimere i miei pensieri come non potrò impedirvi di criticare o comunicarmi i vostri commenti, ai quali cercherò di rispondere nel più breve tempo possibile.
Un saluto vostro Roby